Il regalo di Karma ad una delle Donne K

Diciamocelo, questo posto non √® il posto migliore dove stare da soli con se stessi ūüôā

E’ una fucina di idee, √® un posto dove ci si confronta, √® un ufficio dove se qualcuno pensa qualcosa lo deve assolutamente dire agli altri (giusto cos√¨), per vedere fin dove si pu√≤ arrivare, √® un piccolo hub dove le peculiarit√† di ognuno rendono il massimo…ed √®, per tutto questo, un posto sufficientemente caciaroso, non sempre per fortuna (se no assomiglierebbe a qualcosa di diverso da un ufficio), ma lo √® molto spesso.

Tranquilli, c’√® anche la stanza in cui ci si pu√≤ chiudere soli soletti, per riflettere, per lavorare in pace e guardare al massimo una libreria piena di libri, a un muro pieno di post-it. Niente male neanche questo. E c’√® anche quell’ora la mattina quando l’ufficio √® quasi deserto e alla quale io non so mai rinunciare, anche se questo vuol dire arrivare in sede prima di tutti.

Ma volete mettere avere un viso amico da guardare ogni tanto?

Per me la concentrazione è fondamentale e allora Karma mi ha fatto un regalo.

Il regalo è la cuffia che vedete. In questo modo riesco a battere sulla tastiera a ritmo di musica, escludendo completamente i suoni di quello che mi circonda, ma vedendo i visi di chi lavora a fianco a me. E i loro visi sono buffissimi.

La cuffia sulle mie orecchie incute timore a quanto pare, perch√© la metto proprio quando voglio rimanere concentrata e allora comunque all’esterno cala il silenzio. Lo so perch√© alcune volte ho sperimentato il tutto tenendo la cuffia spenta…non vola una mosca ūüôā

Ma chi lo può mai sapere quando la cuffia è spenta o quando la cuffia è accesa e pompa musica e ritmo nelle mie orecchie e nel mio modo di lavorare?

Shhhhhh

M